Tokyo 2020: la fiamma dà inizio al conto alla rovescia

Tokyo 2020

Un fuoco che arde. Una fiamma che racchiude la speranza. La speranza di grandi campioni del mondo di poter di nuovo stringere la mano e abbracciare l’avversario. Inizia così il conto alla rovescia a Tokyo 2020.

Mentre un primo caso di Coronavirus alimenta la tensione della Grecia per un’imminente emergenza sanitaria, a Olympia si dà il via a una tradizione che da tempo infiamma gli animi dei popoli: l’accensione della fiaccola olimpica.

Il fuoco ha da sempre celato quel non so che di misterioso e quell’idea di continuità nel bruciare imperterrito. Un senso di ammirazione e stupore, anche quando l’uomo aveva ormai imparato ad addomesticarlo. E il mito ci mette del suo, ricordandoci il coraggio e l’altruismo di Prometeo nel rubare il fuoco agli dei per donarlo agli uomini.

Così ogni quattro anni le Olimpiadi hanno inizio proprio lì dove tutto ebbe origine, a Olympia,  per sancire il legame con il passato e mantenere vivo in qualche modo il ricordo di chi ci ha preceduto.

Attrici travestite da sacerdotesse rievocano il rito dell’accensione della fiamma , riflettendo i raggi del sole con uno specchio concavo. 

Gli applausi, i sussulti, i clamori. 

Quest’anno è andata un po’ diversamente. Il 12 marzo la fiamma è stata accesa, ma a mancare era il calore umano; infatti a causa del rischio di assembramenti, la cerimonia si è dovuta svolgere a porte chiuse.

Ora non ci resta che attendere il 24 luglio per dare il via alle Olimpiadi di Tokyo 2020, per ritrovarci davanti ad uno schermo a fare il tifo, per ricordare il tempo del Coronavirus come un pezzo di storia ormai da archiviare.

Per avere maggiori informazioni visita il sito ufficiale del Coni https://www.coni.it/it/news/primo-piano/17026-domani-in-grecia-la-cerimonia-di-accensione-della-fiamma-olimpica.html

Qui la cerimonia completa

Leggi anche https://www.theopenjournal.it/il-coronavirus-da-un-calcio-al-campionato/?doing_wp_cron=1584365768.5728280544281005859375