Robin Hood (2010)

Siamo verso la fine del XII secolo. Robin Longstride (interpretato dal premio Oscar Russell Crowe) è un arciere inglese al servizio di re Riccardo Cuor di Leone ed ha partecipato sia alla Crociata che alla guerra in Francia per riprendere i feudi nel Nord della Francia, un tempo inglesi. Una sera, a causa di una rissa con un altro soldato, Little John, Robin e i suoi fedeli amici Alan e Will sono condannati a morte. Riccardo muore in battaglia durante un assalto al castello di Châlus e Robin e i suoi amici, a cui si aggiunge Little John, riescono a scappare. Godfrey, inglese che ha tradito la sua nazione per aiutare il re di Francia Filippo Augusto, uccide con un’imboscata un gruppo di soldati inglesi incaricati di portare in patria la corona del re e la notizia della sua morte. Ma subito dopo arrivano Robin e i suoi arcieri che uccidono tutti i francesi, eccetto Godfrey che riesce a fuggire ma viene ferito in volto da Robin con una freccia. Essi prendono le armature degli inglesi, tra i quali vi è Robert Locksley, figlio di Sir Walter Locksley di Nottingham, il quale, morente, chiede a Robin di portare la sua spada all’anziano padre; Robin fa un patto con il sangue e accetta.

Robin Hood (2010)
Robin e i suoi fedeli amici

All’arrivo in Inghilterra, Robin annuncia la morte di Riccardo e di conseguenza la corona passa al fratello Giovanni. Robin poi si reca a Nottingham, città devastata dalle ingenti tasse che servono per finanziare il regno e da un gruppo di orfanelli che saccheggia le case e vive nella vicina foresta di Sherwood. Robin annuncia la morte a Sir Walter Loxley e gli consegna la spada, ma quest’ultimo gli chiede di restare fingendosi suo figlio Robert, marito della bella Lady Marion (interpretata da Cate Blanchett), perché altrimenti lo sceriffo di Nottingham avrebbe confiscato tutti i loro beni. Giovanni solleva il fedele William dall’incarico di Maresciallo, affidato a Godfrey, il quale fa di tutto per riscuotere ingenti tasse e mettere i baroni del Nord contro il re, affinché il regno si indebolisca e la Francia riesca a conquistare l’Inghilterra. Grazie a Robin, che piano piano inizia a piacere sempre di più a Lady Marion, a Nottingham torna la felicità, anche se nel resto del paese c’è un conflitto tra baroni e re. Il Maresciallo William scopre il doppio gioco di Godfrey e lo comunica a Giovanni, mostrandogli il piano che sta portando a termine per indebolire l’Inghilterra. Il re va ad incontrare i baroni e promette loro una carta con delle libertà, a seguito di un discorso persuasivo di Robin, che ovviamente dice di essere Robert Locksley. Godfrey e le sue truppe arrivano anche a Nottingham, da loro incendiata, e uccide il vecchio Sir Walter, a cui comunica di essere l’assassino di suo figlio Robert. Robin riesce a tornare in tempo per liberare la città e ottenere da alcuni soldati francesi notizie sull’arrivo di Filippo. Tra l’altro Robin, da sempre convinto di essere stato abbandonato da piccolo da suo padre, scopre invece che è stato giustiziato quando lui aveva sei anni e aveva proposto un antenato della celebre “Magna Charta Libertatum”. Tutto ciò avviene perché sulla spada nota la frase “Ribellarsi e ribellarsi ancora, finché gli agnelli diverranno leoni”.

Until Lambs Become Lions | Sara's Musings

L’esercito inglese si reca alle scogliere di Dover, luogo dello sbarco dei francesi, con un esercito capitanato da re Giovanni, alla sua prima volta in guerra, anche se è Robin che guida gli inglesi: gli arcieri, tra cui Alan e Will, fedeli amici di Robin, si dispongono sulle scogliere, mentre i soldati sulla spiaggia. Tra i soldati ci sono anche Lady Marion, gli orfanelli di Sherwood e Fra Tuck, frate di Nottingham e produttore di idromele. Gli inglesi sono in netto vantaggio ma Godfrey, a capo dei francesi, sta per uccidere Lady Marion. A quel punto Robin scocca una freccia che si conficca nella gola del traditore, che nel frattempo stava fuggendo a cavallo. Filippo ordina ai suoi la ritirata e Giovanni, vedendo ciò, è convinto che sia merito suo. In realtà è soprattutto grazie a Robin e non accetta affatto questa cosa. Infatti al ritorno non mantiene la promessa di libertà che aveva fatto ai baroni e dichiara pubblicamente Robin Longstride un fuorilegge: sarà perseguitato per tutta la vita e insieme a lui anche chi lo aiuterà. L’arciere si stabilisce nella foresta di Sherwood insieme alla moglie Lady Marion, ai fedeli amici Will, Alan e Little John, Fra Tuck e agli orfanelli. Così inizia la leggenda di Robin Hood, che ruba ai ricchi per dare ai poveri.

Robin Hood, il film con Russel Crowe cast, curiosità e trama – Tvzap

Dopo il Gladiatore, il binomio Ridley Scott-Russell Crowe si conferma ancora una volta vincente, regalandoci un capolavoro di film.