Addio a Ezio Bosso

Il grande musicista e direttore d’orchestra Ezio Bosso si è spento all’età di 48 anni a causa dell’aggravarsi di un tumore di cui soffriva da tempo

Nato a Torino il 13 settembre 1971, Ezio Bosso dimostra il suo talento musicale fin da bambino, grazie anche all’aiuto della prozia pianista. A soli 16 anni lascia la sua casa e inizia la sua carriera solistica in Francia. Viene poi indirizzato dal musicista austriaco Ludwig Streicher all’Accademia di Vienna, in cui studia contrabbasso, composizione e direzione d’orchestra.

Inizia a suonare in importanti orchestre grazie alla collaborazione del suo amico e collega Claudio Abbado, da cui erediterà l’associazione Mozart14, nata per avvicinare la musica alle persone in difficoltà.

Ezio Bosso a Sanremo 2016

Nel 2011 i medici gli diagnosticano una malattia neurodegenerativa che lo costringerà a stare sulla sedia a rotelle. Il grande musicista, però, non si perde d’animo e alterna al pianoforte, il suo strumento privilegiato, la direzione dell’orchestra della Fenice di Venezia e del Comunale di Bologna. Fonda poi un gruppo di musicisti, la Stradivari Festival Chamber Orchestra, diventata poi Europe Philharmonic. Sempre per causa della sua malattia nel Settembre 2019 è costretto ad abbandonare il pianoforte.

Purtroppo, il 15 maggio, il tumore di cui soffriva da molto tempo lo porta via insieme ai suoi sogni e progetti. Gli artisti come lui, però, continuano a vivere attraverso la loro musica e nel ricordo della persone, per le quali Ezio Bosso è stato un grande esempio di vita.

Qui è possibile ascoltare alcuni dei suoi brani: https://www.youtube.com/user/buxusconsort/featured